LA PREVENZIONE DELLA PARODONTITE È LA MIGLIORE CURA

Parodontite La Prevenzione E La Migliore Cura Ecco Perche

Parodontite: una malattia che si può prevenire

La parodontite (conosciuta anche come piorrea) è una malattia infettiva cronica multifattoriale che rappresenta una delle principali cause della perdita dei denti. 

Si definisce infettiva perché i batteri sono la causa dell’infiammazione che determinano gli esiti della malattia.

Il controllo dei fattori di rischio – placca e tartaro, tasche residue, fumo, diabete, ect. -, e la prevenzione primaria, che impedisce lo sviluppo dei primi segni di malattia, sono le strategie più valide e più efficaci da adottare.

Come descritto in un nostro recente articolo (“Parodontite, salvare i denti naturali: una ricerca scientifica durata 30 anni spiega come”) questa malattia è molto frequente, tanto che un individuo su due in Italia ne ha qualche segno dopo i 40 anni e addirittura due soggetti su tre sopra i 65 anni.

Abbiamo già visto nell’articolo “Test PSR Parodontite” che esistono test di screening, non invasivi e di rapida esecuzione che permettono di  valutare  lo stato di salute parodontale del paziente.

Quali sono le cause della parodontite?

La malattia riconosce fattori di rischio quali: placca batterica, fumo, diabete, stress, ricostruzioni odontoiatriche non adeguate.
Anche i fattori ereditari sono tra le principali cause della malattia, soprattutto nelle forme a incidenza precoce e più aggressive.

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Quali sono i sintomi della parodontite

La malattia è silente per cui spesso i sintomi arrivano tardi. Tra i principali ritroviamo:

  • alitosi
  • recessione gengivale
  • sanguinamento gengivale
  • ascessi e gonfiori delle gengive
  • spostamento e mobilità dentale

La prevenzione parodontale

Di fondamentale importanza è rivolgersi ad un medico dentista specializzato e avere le idee chiare su quello che bisogna fare per prevenire la malattia parodontale.

Una diagnosi precoce e corretta permette un corretto e tempestivo trattamento al fine di conservare i propri denti.

Il parodontologo è un medico della salute orale che non ha solo il compito di curare, ma anche quello di monitorare il paziente sano e seguirlo nel tempo.

Sai cos’è l’indice di sanguinamento?

Un altro punto cardine è riconoscere i principali “campanelli d’allarme” che annunciano una parodontite in fase iniziale come, ad esempio, il sanguinamento gengivale.

Il sanguinamento gengivale da considerare non è solo quello spontaneo, ma quello che il parodontologo è in grado di valutare con un sondaggio parodontale.

Attraverso il sondaggio gengivale, test non invasivo e per lo più indolore, è possibile stabilire una percentuale di sanguinamento.

In condizioni di stabilità questo valore è inferiore al 10%.

Vari studi dimostrano come una gengiva che non sanguina al sondaggio avrà una probabilità di mantenersi stabile nel tempo.

L’indice di sanguinamento esprime la valutazione sul controllo dell’infiammazione gengivale profonda.

Hai mai sentito parlare dell’indice di placca?

In ambito parodontale un altro indice fondamentale è l’indice di placca.
Si calcola valutando la presenza di depositi di placca sulla superficie del dente visibile.

Un valore inferiore al 20% determina un buon controllo della patologia ed esprime la capacità del paziente di mantenere un buon livello di rimozione della placca.

È fondamentale che il paziente con un livello di placca superiore al 20% sia aiutato e supportato dal professionista affinché ottenga il risultato voluto. Infatti, è scientificamente dimostrato che l’esecuzione di qualsiasi terapia in condizioni non ideali – indici di placca e sanguinamento non adeguati -, espone il paziente ad un aumentato rischio di fallimento della terapia o ad un’aumentata probabilità di complicanze.

Come prevenire la parodontite

Ecco i dieci consigli “salva denti e gengive” previsti dalle linee guida redatte dalla Società italiana di parodontologia e implantologia (Sidp) insieme alla European federation of periodontology (Efp), all’American academy of periodontology (Aap) e all’Asian pacific society of periodontology (Apsp).

Fonte: https://www.sidp.it/media/ta9w5a6.pdf

1. Non fumare

2. Preferire una dieta ricca di frutta e verdura che garantisca l’assunzione di adeguate quantità di vitamina C

3. Sottoporsi ad una visita di controllo dal dentista e ad una seduta di igiene orale professionale almeno due volte all’anno

4. Chiedere allo specialista di eseguire il test Psr, che individua in solo 5 minuti chi soffre di parodontite

5. Lavare i denti almeno due volte al giorno spazzolandoli per 4 minuti

6. Preferire lo spazzolino elettrico, più efficace nel rimuovere la placca rispetto a quello manuale

7. Scegliere dentifrici delicati, appositamente studiati per denti e gengive sensibili.

8. Utilizzare gli scovolini interdentali di grandezza adeguata ai propri spazi oltre al filo interdentale

9. Usare, su consiglio del dentista, un adeguato collutorio antiplacca e chiedere allo specialista quali sono le più corrette modalità di utilizzo

10. Se le gengive sanguinano, si ritraggono o sono arrossate, andare subito dal dentista per una valutazione adeguata

Prevenzione parodontale e costi: lo sai che il costo di un impianto dentale è superiore alla prevenzione e alla cura della parodontite?

Sono stati realizzati studi scientifici che hanno dimostrato come la cura parodontale e la terapia di supporto alla base della prevenzione hanno un impatto socio-economico di gran lunga inferiore alla sostituzione di denti mancanti.

Se a questo dato aggiungiamo che la letteratura del settore è unanime nel valutare “la salvaguardia dei denti” come la migliore soluzione terapeutica, non ci resta che chiudere quest’articolo ribadendo uno degli slogan utilizzato spesso nella comunicazione pubblicitaria ambito salute, perché risulta assolutamente corretto se parliamo di parodontite: prevenire è meglio di curare.

Info e prenotazioni

Compila il form, oppure chiamaci al numero +39 059 2929631

    I campi contrassegnati da asterisco (*) sono obbligatori.

    SPECIFICARE IL TIPO DI VISITA *

    MESSAGGIO

    I campi contrassegnati da asterisco (*) sono obbligatori.

    Francesco Bernardelli

    Francesco Bernardelli

    Esperto di malattie Parodontali

    Lascia un commento