Vuoi conoscere il segreto per restare in salute e vivere fino a 100 anni? Fatti una bella risata!

“Ridere non conosce confini”. Hai mai sentito parlare di una pratica nota come “yoga della risata”? Ci riferiamo a una disciplina che unisce tecniche e respirazioni tipiche dello yoga con veri e propri esercizi di risate. Hai dubbi sul fatto che si possa “ridere a comando”? Beh, non funziona esattamente così. E poi si sa, la risata è contagiosa…

Questa disciplina nasce in India negli anni ’90 e, come confermato da numerose evidenze scientifiche, è in grado di determinare benefici sia a livello fisico sia psicologico. Lo yoga della risata può essere praticato a livello individuale o in gruppo. Questa seconda modalità produce il maggior benessere, perché ridere insieme a più persone genera un reciproco scambio di positività.

Attualmente, questa disciplina è impiegata in alcuni contesti socio sanitari con pazienti affetti da differenti patologie, disabili, pazienti psichiatrici e geriatrici, negli ambienti professionali, nelle scuole e come terapia per famiglie e bambini. Questa pratica è adatta a ciascun individuo, senza limiti di età e ad ogni età: vediamo insieme quali benefici è possibile trarne.

Come funziona e perché funziona lo yoga della risata?

Nel 1995, a Mumbai, il dottor Madan Kataria fonda lo yoga della risata. Questa disciplina sfrutta i benefici delle risate, e attinge a una branca della medicina che studia la relazione lineare tra le emozioni e il sistema immunitario.

Su queste basi scientifiche, Il dottor Kataria fonda un laughter club, vero e proprio club della risata, unendo la risata alla pratica dello yoga, per consentire a più persone di ridere insieme, potenziando e aumentando il proprio benessere psicofisico.

Il dottor Kataria osserva che le persone ridono più facilmente in gruppo, perché ridere è contagioso: proprio da qui inizia a sviluppare tecniche e movimenti specifici con lo scopo di indurre la risata dapprima in modo automatico fino a che diventi naturale.

Mentre ridiamo, infatti, il nostro cervello libera ossitocina ed endorfine, ormoni che attenuano il dolore fisico, migliorano il benessere mentale, stimolano l’azione immunitaria e abbassano i livelli della pressione sanguigna. Ad oggi, lo yoga della risata è diffuso e praticato in tutto il mondo.

I benefici dello yoga della risata sulla salute

Come abbiamo accennato, lo yoga della risata produce benessere psicofisico e ha un impatto positivo sulla nostra salute: comprendiamone meglio gli aspetti salienti.

Benefici ed effetti positivi sulla salute fisica

Praticare lo yoga della risata contribuisce a prevenire l’insorgenza di patologie e a migliorare le condizioni di pazienti già in cura. Infatti, lo yoga della risata:

  • Contribuisce a ridurre la produzione di ormoni dello stress, cortisolo ed epinefrina, e stimola la produzione di ormoni antidepressivi naturali come, per esempio, ossitocina, endorfine, serotonina (precursore della melatonina, l’ormone del sonno), adrenalina, dopamina. L’equilibrio psicofisico ne trae beneficio, poiché migliora il ritmo sonno/veglia, e dormire meglio aiuta a ricaricare energia, come dimostra uno studio condotto dall’Università dell’Arizona.
  • Concorre a rafforzare il sistema immunitario: le difese immunitarie sono più alte quando l’equilibrio generale è positivo. Uno studio californiano ha dimostrato che ridere aumenta la produzione di cellule che uccidono i virus e alzano il livello degli anticorpi immunoglobuline.

Benefici e impatto positivo sulle relazioni interpersonali e l’autostima

Da ciò è possibile dedurre che, sentendoci più leggeri e rilassati, anche la consapevolezza di sé e l’autostima saranno rafforzate. Ciò consente anche di migliorare le nostre relazioni interpersonali, sviluppando un’attitudine propositiva e proattiva.

Proprio per questa ragione, lo yoga della risata viene proposto in situazioni e contesti di team, come ad esempio gli ambienti professionali e scolastici. Infatti, proprio perché aiuta a gestire lo stress lavoro correlato, praticare lo yoga della risata consente di essere maggiormente focalizzati sugli obiettivi, migliorando la propria self efficacy, quella di collaboratori e dipendenti, e la qualità del lavoro di team: questo aspetto è stato approfondito nel meeting annuale dell’American Society of Hypertension nel 2008*.

*Heartwire — a professional news service of WebMD Chaya MS, Kataria M, Nagendra R, et al. The effects of hearty extended unconditional (HEU) laughter using laughter yoga techniques on physiological, psychological, and immunological parameters in the workplace: a randomized control trial. American Society of Hypertension 2008 Annual Meeting; May 14, 2008; New Orleans, LA.

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Come ridere di più nella vita?

Nel quotidiano è importante riuscire a ridere e sorridere più spesso, e le occasioni sono davvero tante. Bastano pochi, semplici accorgimenti quotidiani:

  • Ridi di te stesso/a, prenditi meno sul serio. Lo scrittore Italo Calvino consigliava di prendere le cose con più leggerezza, che “non è superficialità”, ma vivere senza “macigni sul cuore”. Al mattino, quando ti alzi e ti guardi allo specchio, sorriditi, e la giornata partirà nel migliore dei modi.
  • Non isolarti e coltiva le tue amicizie: ridere tra amici fa bene al cuore! Infatti, condividere aiuta ad alleggerire stress e tensioni.
  • Concediti di guardare qualche film divertente e piacevole. Farsi una bella risata davanti a una commedia brillante è un ottimo antistress.

Ridere di più, sorridere meglio: è più facile quando i denti sono sani!

Ridere fa bene alla salute, la scienza lo dimostra: ma cosa succede quando… ci vergogniamo del nostro sorriso? Ebbene sì, può succedere! Ricordiamo che un bel sorriso smagliante che riveli denti bianchi e regolarmente allineati è un ottimo biglietto da visita, ci accoglie, ci stimola a ricambiare il sorriso e ci migliora.

Tuttavia, alcune problematiche di natura estetica possono rendere il nostro sorriso poco gradevole alla vista: macchie dentali, discromie, denti storti o con forma poco gradevole sono alcuni dei piccoli problemi che potrebbero alterare il nostro sorriso.

Dovremmo forse pensare che una dentatura poco armonica debba farci rinunciare a praticare lo yoga della risata? Giammai, la salute prima di tutto: la buona notizia, anzi ottima, è che ci sono alcune pratiche odontoiatriche di estetica dentale che possono correggere i difetti cui abbiamo accennato poco fa, migliorando la salute dentale e restituendoci il sorriso che meritiamo. Per esempio:

Sbiancamento dentale 

Lo sbiancamento dentale funziona davvero, soprattutto se praticato con il giusto metodo. È un trattamento odontoiatrico che consente di migliorare la cromia dei denti, rendendoli più bianchi e brillanti.

Questa pratica è molto utile in caso di macchie dentali estrinseche o da cause esogene, come ad esempio le macchie gialle e le macchie marroni, cioè quelle che interessano la parte esteriore del dente, ossia lo smalto, e sono di solito facilmente trattabili e reversibili.

La tecnica di sbiancamento che restituisce i risultati più gratificanti è nota come walking beach. Si tratta di una pratica domiciliare, effettuata a casa direttamente dal paziente, e attiva nelle serali e ore notturne.

Come funziona? Vengono prese le impronte dentali del paziente per realizzare mascherine in silicone. All’interno di queste mascherine, il paziente applicherà un gel con effetto sbiancante, in dotazione dallo studio odontoiatrico. Il prodotto rimarrà a contatto con i denti per tutta la notte, una volta distribuito in modo uniforme.

Questo trattamento ha una durata di circa 25- 30 giorni. L’effetto permane nel corso degli anni, soprattutto se associato ad abitudini giuste (non esagerare con il consumo di cibi o bevande che possono macchiare i denti, come ad esempio il vino rosso, il tè o il caffè, non eccedere con il fumo).

Faccette dentali

Cosa sono le faccette dentali? Si tratta di lamine in ceramica o altro materiale composito, che hanno uno spessore molto sottile. Vengono applicate sulla superficie esterna dei denti. Si possono utilizzare in caso di denti scheggiati o rotti, denti storti, denti dalla forma irregolare e poco gradevole, denti consumati o abrasi, spazi interdentali o otturazioni brutte esteticamente.

Le faccette offrono tanti vantaggi anche in caso di macchie intrinseche, presenti cioè negli strati più profondi dei denti, quando lo sbiancamento o i restauri non sono più sufficienti. L’applicazione delle faccette è utile a conferire una forma più regolare e armonica ai denti o a nascondere il dente macchiato, oltre a modificare volume e dimensione dei denti secondo le proprie esigenze, con un riscontro estetico notevole.

Anche lo stripping dentale può essere utile a migliorare il sorriso, ad esempio in caso di denti accavallati (ma non solo). Questa pratica è funzionale a correggere l’affollamento dentale dovuto a uno spazio troppo esiguo tra un dente e l’altro, che rende la dentatura non perfettamente allineata e poco gradevole da vedere, causando anche qualche problema di masticazione.

Si tratta di una procedura rapida e non complessa, con la quale si modificano leggermente forma e volume dei denti, limando un po’ le dimensioni laterali per aumentare lo spazio tra un elemento dentale e l’altro.

Come puoi vedere, niente può impedirti di sorridere, nemmeno alcuni, piccoli difetti estetici: sorridere migliora la salute, perché un bel sorriso rende felici.

Info e prenotazioni

Compila il form, oppure chiamaci al numero +39 059 2929631

    I campi contrassegnati da asterisco (*) sono obbligatori.

    SPECIFICARE IL TIPO DI VISITA *

    MESSAGGIO

    I campi contrassegnati da asterisco (*) sono obbligatori.

    Simone Vaccari

    Simone Vaccari

    Si diploma in Odontotecnica con il massimo dei voti nel 1994, poi presso l’Università Degli Studi di Modena e Reggio Emilia si Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria nel 1999 con la votazione di 110/110 e lode. Negli anni 2000 e 2001 frequenta diversi corsi di aggiornamento negli Stati Uniti e in particolare Los Angeles, California, dove ha la possibilità di appassionarsi e di apprendere le tecniche più moderne e innovative in tema di Estetica Dentale. Nel 2003 fonda a Modena lo Studio Vaccari dove esercita la libera professione dedicandosi prevalentemente alla protesi adesiva ed all'estetica dentale. Relatore a numerosi corsi e congressi in Italia e all’estero, è considerato un punto di riferimento internazionale sul tema delle faccette dentali in ceramica.

    Lascia un commento