Macchie grigie sui denti: cosa succede? Ecco cause e rimedi pratici

Prenderci cura della salute dei nostri denti è importantissimo, poiché il nostro sorriso è un’arma potente contro il cattivo umore, oltre a essere la prima impressione che lasciamo a chi ci sta intorno. Un sorriso sano incide positivamente sulla nostra autostima, sulla sicurezza che acquisiamo ogni volta in cui sorridiamo. Anche le persone con le quali ci interfacciamo se ne accorgono.

Al contrario, un sorriso poco curato non è certo un buon biglietto da visita. Ad esempio, può capitare che i nostri denti siano interessati da diverse tipologie di macchie, come le macchie grigie. Sorridere diventa motivo di insicurezza, disagio e imbarazzo o addirittura situazioni di ansia: cosa fare? Niente panico: vediamo subito cosa sono le macchie grigie sui denti, le cause e le soluzioni per rimuoverle efficacemente.

Cosa sono le macchie grigie dentali?

Le macchie grigie appartengono al gruppo delle macchie intrinseche o macchie dentali da cause endogene. Appaiono come aree grigiastre o grigio scuro negli strati profondi dei denti, a livello della dentina. Sono generalmente dovute all’assunzione di antibiotici durante il periodo fetale o nella primissima infanzia, lo vedremo a breve. La loro presenza può comportare problemi di natura estetica allo smalto dei denti.

Macchie dentali estrinseche oppure intrinseche: c’è differenza?

Abbiamo detto che le macchie grigie sono di natura intrinseca. Vediamo come distinguerle dalle macchie estrinseche. Le macchie dentali si raggruppano in due categorie:

  • Macchie sui denti estrinseche superficiali.
  • Macchie sui denti intrinseche profonde.

Le macchie intrinseche sono anche conosciute come “macchie da cause endogene” perché la loro presenza è, appunto, interna e profonda. Sono situate negli strati profondi delle strutture dentali, sotto lo smalto o all’interno della dentina.

Questa tipologia di macchie è determinata da alterazioni durante la fisiologica formazione dello smalto dentale, nel processo di odontogenesi (sviluppo degli elementi dentali). Esiste uno specifico organo che si occupa dell’amelogenesi, ossia la formazione dello smalto: si chiama proprio organo dello smalto, ed è già attivo a livello embrionale.

Può succedere che l’organo dello smalto non adempia correttamente alle proprie funzioni, causando alcuni difetti nella formazione dello smalto dentale. In questo caso, si parla di amelogenesi imperfetta, cioè uno sviluppo imperfetto dello smalto dentale. Le cause sono diverse:

  • Alcune malattie di origine fetale o contratte dalla madre durante la gestazione.
  • Farmaci assunti durante la gravidanza o nei primi mesi di vita del bambino.
  • Origini genetiche.
  • Carenza o eccesso di fluoro.

Scopriamo adesso, nel dettaglio, la cause delle macchie grigie dentali.

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Quali sono le cause delle macchie grigie sui denti?

Abbiamo visto da poco che le macchie grigie appartengono alla categoria delle macchie intrinseche. Queste macchie di colore grigiastro sui denti sono solitamente riconducibili all’assunzione di determinati farmaci e antibiotici che prendono il nome di “tetracicline”. Si tratta di un’abitudine ormai desueta, particolarmente diffusa negli anni Settanta e Ottanta.

L'effetto delle Tetracicline

L’effetto delle Tetracicline

Questi antibiotici sono stati utilizzati durante negli anni per contrastare le affezioni a carico delle vie respiratorie alte e basse, con eccellenti risultati dal punto di vista clinico, ma conseguenze evidenti a livello estetico.

Infatti, l’assunzione di questi farmaci ha provocato pigmentazioni della dentina (negli strati profondi) di colore grigio scuro. Le tetracicline hanno causato il problema delle macchie grigie se assunte dalla madre in gravidanza o durante il primo periodo di vita del bambino.

Per fortuna, dalla seconda metà degli anni Ottanta, l’impiego delle tetracicline è stato eliminato come farmaco d’elezione nei neonati, nei bambini piccoli e nelle donne in gravidanza. Di conseguenza, si è assistito a una notevole riduzione delle macchie grigie nei giovani nati dopo quel periodo. Per le macchie grigie vi sono poi altre cause di natura endogena e genetica, ma sono meno frequenti.

Come rimediare alle macchie grigie?

Anche se il problema è diminuito nel corso del tempo, ecco i principali rimedi per eliminare le macchie grigie le quali, lo ricordiamo, sono di natura endogena:

Sbiancamento dentale

È uno tra i vari trattamenti di estetica dentale efficace per riacquisire la colorazione naturale dei denti. La tecnica di sbiancamento che dà i risultati più efficaci è definita walking bleach ed è una pratica domiciliare, cioè effettuata direttamente dal paziente a casa, e attiva durante le ore notturne. Al paziente vengono prese le impronte dentali e, sulla base di esse, realizzate mascherine in silicone. Al loro interno il paziente applicherà un gel con effetto sbiancante (che non danneggerà i denti in alcun modo), fornito dallo studio dentistico. Il prodotto resterà per tutta la notte a contatto con i denti, distribuito in modo omogeneo. La durata di questo trattamento è di 25- 30 giorni. I risultati sono notevoli e duraturi nel tempo, occorre però ricordarsi di non eccedere con il consumo di alimenti fortemente pigmentanti.

Restauri estetici

Il restauro dentale è un trattamento odontoiatrico conservativo utile a migliorare un dente alterato o danneggiato. È utilizzato materiale composito o ceramico. Dapprima viene rimosso lo strato superficiale dello smalto dentale sul quale sono localizzate le macchie grigie, tramite sistemi abrasivi. In un secondo momento, viene recuperata l’omogeneità dello smalto mediante il restauro dentale vero e proprio, sia nei settori dentali anteriori, sia posteriori.

Faccette dentali estetiche

Si tratta di protesi sottilissime, dello spessore di una lente a contatto, in ceramica o in materiale composito. Sono applicate sulla superficie esterna del dente, ricoprendo la parte danneggiata dalle macchie. Lo scopo è proprio migliorare l’estetica del sorriso. L’utilizzo delle faccette è ideale quando le macchie endogene non sono migliorate col restauro o con lo sbiancamento. L’applicazione di queste faccette è altrettanto utile a modificare forma, volume, e dimensione del dente, con un considerevole impatto estetico.

Info e prenotazioni

Compila il form, oppure chiamaci al numero +39 059 2929631

    I campi contrassegnati da asterisco (*) sono obbligatori.

    SPECIFICARE IL TIPO DI VISITA *

    MESSAGGIO

    I campi contrassegnati da asterisco (*) sono obbligatori.

    Simone Vaccari

    Simone Vaccari

    Si diploma in Odontotecnica con il massimo dei voti nel 1994, poi presso l’Università Degli Studi di Modena e Reggio Emilia si Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria nel 1999 con la votazione di 110/110 e lode. Negli anni 2000 e 2001 frequenta diversi corsi di aggiornamento negli Stati Uniti e in particolare Los Angeles, California, dove ha la possibilità di appassionarsi e di apprendere le tecniche più moderne e innovative in tema di Estetica Dentale. Nel 2003 fonda a Modena lo Studio Vaccari dove esercita la libera professione dedicandosi prevalentemente alla protesi adesiva ed all'estetica dentale. Relatore a numerosi corsi e congressi in Italia e all’estero, è considerato un punto di riferimento internazionale sul tema delle faccette dentali in ceramica.

    Lascia un commento