DENTI CORTI: LE FACCETTE PER RECUPERARE IL SORRISO

Denti piccoli o usurati: sveliamo come le faccette dentali sono la soluzione vincente per ripristinare il proprio sorriso

L’usura dentale è un fenomeno molto frequente che interessa numerosi adulti.
Avere denti piccoli o corti crea non pochi disagi a livello estetico, tant’è che mi sento di definire questo fenomeno come “il male del 21 secolo!”
Ogni giorno vedo sempre più pazienti che presentano il disturbo. 

Può interessare sia i denti posteriori (molari e premolari) che quelli anteriori (incisivi).
Purtroppo quando il problema coinvolge i molari e i premolari, il paziente spesso non se ne accorge.
Potresti avercelo anche tu senza saperlo semplicemente perché non lo vedi!
Quando l’usura interessa gli incisivi invece, è facile accorgersene.
I denti corti, piccoli, spezzati o fortemente abrasi infatti hanno un forte impatto negativo sull’estetica del sorriso.
Se presenti queste caratteristiche sicuramente vai dal dentista di corsa!

Continuando con la lettura ti farò luce sui seguenti punti: 

  • Cosa sono i denti piccoli o corti
  • Quali sono le possibili cause (naturali e non)
  • Perché le faccette estetiche sono particolarmente indicate per curare questo disturbo
  • Per quali altri problemi vengono utilizzate le faccette dentali
  • Quali altri trattamenti sono disponibili per ricostruire i denti usurati
  • Quanto costano le faccette dentali

Cosa intendiamo per denti piccoli e corti?

Quello dei denti corti o consumati è un problema molto comune che colpisce il nostro sorriso.

Solitamente dipende da due fattori:

  • tempo che passa 
  • invecchiamento

I denti infatti possono apparire piccoli per diversi motivi:

  • Continui sforzi a cui sono soggetti a causa della masticazione
  • L’azione di cibi acidi che possono usurare lo smalto
  • Situazioni di stress che facilitano il bruxismo.

Questo problema è vissuto dalla maggiorate delle persone come un forte disagio.
Ogni giorno sento pazienti che mi parlano di quanto sia difficile per loro ridere e parlare con gli altri.
Che tu ci creda o no, alcuni di questi hanno anche smesso di uscire per paura di mostrare i loro denti.
Avere un sorriso penalizzato può costituire un grande limite alla tua libertà personale e sociale.
Fortunatamente c’è una bella notizia!

Esistono dei trattamenti di estetica dentale che vanno a lavorare sulla ricostruzione del dente considerando:

  • Proporzioni
  • Simmetria
  • Dimensioni 
  • Posizione dei denti.

Ti invito a continuare a leggere per scoprire quali possono essere le principali cause dei denti corti.

denti corti faccette dentali
Hai bisogno di maggiori informazioni?

Le cause dei denti corti: abrasione ed erosione dentale

Le cause che possono portare i denti a consumarsi e ad accorciarsi sono riconducibili a problematiche, collegate ad erosione e abrasione dentale:

  • Stress
  • Disturbi alimentari
  • Abitudini alimentari
  • Pratiche scorrette

STRESS

Un tempo si riteneva che la malocclusione (un’errata chiusura delle arcate dentali) fosse una delle principali cause del bruxismo (digrignamento dei denti).
Numerose ricerche condotte nel corso degli anni hanno invece dimostrato che l’origine principale del digrignamento dei denti è invece lo stress.
La vita frenetica, i ritmi lavorativi e famigliari a cui siamo sottoposti tutti i giorni comportano un accumulo di stress in ognuno di noi.
Che tu ci creda o no il bruxismo è uno dei modi con cui il nostro organismo si libera dello stress accumulato.
La tensione fisica e mentale influisce spesso sul nostro organismo.
Non sono poche le forme di dermatiti, gastriti, alopecie.. causate dallo stress!
Allo stesso modo il nervosismo a cui tale condizione ci sottopone ha delle ripercussioni negative anche sui nostri denti.
Bruxando i denti si usurano, perdono sostanza dentale e diventano più corti, piccoli e irregolari nella forma.

DISTURBI ALIMENTARI

La presenza di determinate patologie come il reflusso gastroesofageo o il vomito indotto (come nel caso dei pazienti affetti da bulimia) è fortemente nocivo per i nostri denti.
I succhi gastrici infatti aggrediscono lo smalto e risultano particolarmente lesivi.
In questo caso l’usura dentale non è di natura meccanica come per il bruxismo, ma di natura “corrosiva”.
E’ di fatto l’acido gastrico che va a consumare i denti facendoli apparire più corti e consumati.

ABITUDINI ALIMENTARI

Anche alcuni alimenti e bevande possono essere lesivi per l’integrità dello smalto dei denti. 
Se sti stai chiedendo in che modo, devi sapere che queste sostanze hanno la capacità di abbassare rapidamente il PH della bocca. 
Pensiamo ad esempio alle bevande gassate tanto di tendenza tra i giovani.
Posso assicurarti che si tratta di un mix esplosivo per i denti!
Pensa solo a quanti zuccheri e sostanze acide sono contenute in una coca! Ti dico solo che è in grado di pulire una monetina da 5 centesimi!
Esistono poi alimenti quali gli agrumi, che abbassano di tanto il PH della bocca rendendolo acido. 
La classica spremuta d’arancia, rinfrescante e ricca di vitamina C ha indubbi effetti positivi per nostro corpo, ma non per i nostri denti: ne “corrodere” lo smalto. 
Tutti i pazienti che abusano di queste sostanze si trovano con forti usure dentali o denti molto piccoli.

PRATICHE SCORRETTE

Esistono infine una serie di “cattive abitudini” che possono comportare l’usura dentale. 
Un esempio potrebbe essere il mordere assiduamente oggetti duri come mordicchiare il tappo della biro in ufficio o mangiarsi le unghie!
Se compi questi gesti negli anni devi essere consapevole che stai ti stai esponendo al rischio di perdita del tessuto dentale.

Oltre ad un fattore estetico, quali problemi comporta l’usura dentale

Oltre ad un fattore estetico, quali problemi comporta l’usura dentale

Il principale problema dell’usura dentale è quello di assottigliare lo smalto fino alla sua estinzione totale, lasciando esposta la dentina.
Lascia che te lo dica, qui cominciano i problemi seri.
Se ci pensi lo smalto è un tessuto durissimo, capace di opporsi per anni agli stimoli lesivi.

Al contrario la dentina è un tessuto meno mineralizzato e decisamente meno resistente. 

Pertanto se da un lato ci vogliono anni ad intaccare lo smalto, per compromettere la dentina il tempo richiesto è di gran lunga inferiore!
Inoltre la dentina è molto più sensibile sia agli attacchi meccanici che a quelli chimici.
In particolare, gli attacchi chimici comportano il fisiologico abbassamento del PH durante la masticazione e sono i principali responsabili delle lesioni alla dentina.
In questo caso, è doveroso contattare con urgenza il proprio dentista ed identificare il trattamento più opportuno al proprio caso clinico.

Perché le faccette dentali sono particolarmente indicate per allungare i denti piccoli o consumati

Tengo in modo particolare affrontare l’argomento della terapia.
Il motivo principale è che ho dedicato gran parte del mio tempo e della mia formazione su questi casi.
Come scrivevo all’inizio dell’articolo ho definito l’usura dentale “il male” del 21 secolo, proprio perché gli episodi sono in costante aumento.
Solitamente quando vai da un dentista per trattare i problemi di usura ti consigliano il bite.
Se anche tu soffri di queste complicazioni ti sarà sicuramente stato raccomandato…
Niente di più sbagliato!
È opportuno fare una precisazione: il bite risulta utilissimo solo nei casi di bruxismo in cui non sia ancora avvenuta l’esposizione di dentina.
Se la dentina è già esposta invece è praticamente inutile!
Come ti ho già spiegato la dentina è molto sensibile agli attacchi chimici, che possono presentarsi anche in condizioni di alimentazione corretta.
Il bite in queste circostanze può essere utile a rallentare il problema ma non di certo a curarlo.
Questo concetto deve esserti ben chiaro!
Lo ribadisco: il bite può rallentare il problema ma non curarlo.
In tutti i casi in cui c’è esposizione di dentina l’unica terapia corretta è quella del ripristino di quanto è stato consumato.
Se ci pensiamo bene nulla di più ovvio!

Se smalto e dentina sono stati compromessi, dovremmo andare in primo luogo a ricostruire la sostanza persa.

Solo dopo aver ripristinato il dente sarà utile e funzionale l’utilizzo del bite.

Hai bisogno di maggiori informazioni?
denti consumati rimedi
denti consumati prima e dopo

Come possiamo ricostruire il dente?

In primo luogo il dentista dovrà calcolare attentamente quanto materiale dentale che è stato perso per poi andare a ripristinarlo.
Questo può essere fatto con diversi materiali e tecniche.
Nei denti anteriori le faccette dentali sono di certo la scelta migliore da fare.
Utilizzando le faccette abbiamo la possibilità di ripristinare sia l’estetica che la funzione dentale.
Il materiale di cui sono fatte è la ceramica, che ha indubbi vantaggi in termini di durata e resistenza nel tempo.
La ceramica infatti ha un modulo di elasticità simile a quello dello smalto.
Ma ti dirò di più: è anche più rigida e resistente dello smalto stesso!
Devo però metterti in guardia…
Le faccette dentali per essere applicate necessitano di un passaggio irreversibile: la limatura del dente.
Solo con una tecnica di limatura microinvasiva riuscirai ad ottenere un ottimo risultato che duri nel tempo.
Studi scientifici hanno dimostrato che la ceramica cementata sullo smalto naturale va ad aumentare la resistenza del dente.

Cosa sto dicendo? 

Che grazie ad una corretta limatura microinvasiva i tuoi denti risulteranno non solo più armoniosi e naturali, ma anche più forti e duraturi.

Cosa sono le faccette in ceramica?

Le faccette estetiche sono delle sottilissime lamelle di ceramica, sottili poco più di una lente a contatto.
Vengono applicate alla parte esterna (quella che mostriamo a chi ci sta di fronte) dei denti naturali in modo permanente.
Grazie a queste siamo in grado di modificare nei denti naturali:

  • forma
  • volume
  • colore
  • dimensione

Sto parlando in pratica di tutti e quattro i parametri che determinano l’aspetto e l’estetica dei denti.

I Vantaggi delle faccette dentali

I vantaggi che offrono le faccette in ceramica sono veramente numerosi:

  • Ti danno la possibilità di migliorare radicalmente il tuo sorriso in modo definitivo e duraturo. Si tratta certamente del prodotto odontoiatrico più longevo in assoluto.
  • Il risultato ottenuto non subisce delle alterazioni nel tempo, la ceramica rimane immodificata negli anni.
  • È un trattamento completamente indolore e che non ti ruberà molto tempo! Serviranno infatti solo due appuntamenti e non dovrai rimanere incollato alla poltrona per molte ore.
  • L’attività di manutenzione è sostanzialmente inesistente. Il dente con faccetta dentale è a tutti gli effetti un dente naturale. Per tale motivo viene consigliata la seduta di igiene ogni sei mesi come per qualsiasi altro trattamento.
  • Una volta applicate sarai libero di mangiare qualsiasi cosa, non ci sono limitazioni. Inoltre potrai praticare qualsiasi sport in tutta tranquillità e senza alcuna preoccupazione.

Per quali altri problemi vengono utilizzate le faccette dentali

  • Spazi tra i denti (diastemi)
  • Denti rotti o scheggiati
  • Otturazioni sgradevoli a vedersi
  • Denti permanentemente macchiati che non possono essere sbiancati
  • Denti storti o con una forma poco gradevole
  • Denti molto abrasi e consumati

Quali altri trattamenti sono disponibili per ricostruire i denti corti o usurati

A favore degli ovvi motivi che ti ho illustrato precedentemente, sono un grande sostenitore dell’utilizzo della ceramica per ricostruire i denti anteriori.
Forse non sai che per quanto riguarda i settori posteriori esiste anche una seconda alternativa.
Sto parlando del composito.

I vantaggi legati al composito sono principalmente due: 

  • Versatile
  • Economico

Questo materiale infatti offre la possibilità di risolvere il problema in modo rapido ed economico.
Non ha in ogni modo una resistenza paragonabile a quella dello smalto e quindi un rifacimento nel tempo deve essere previsto sia dal medico che dal paziente.
Nel caso in cui si vogliano ottenere migliori risultati nel tempo si può optare per la ceramica anche in questi settori.
Queste faccette applicate nei distretti masticanti sono molto più durature e si oppongono all’usura dentale in modo più performante rispetto al composito.
Di conseguenza richiedono un tempo ed una spesa maggiore da parte del paziente.
Compito del dentista è quello di studiare attentamente il caso in tutte le sue variabili e di consigliarti quale strada sia più conveniente per il tuo caso.
Come spesso sottolineo non esiste una tecnica migliore…ma un’indicazione più adatta rispetto ad un’altra.

Quanto costano le faccette dentali?

Quello che consiglio sempre ai miei pazienti è di non focalizzarsi tanto sul costo quanto sul beneficio che se ne ricava.
Cerco di spiegarmi meglio.

Se dal trattamento sono in grado di:

  • cambiare completamente la mia vita perché finalmente riesco a sorridere
  • mi sento più sicuro
  • riesco a fare cose che prima nemmeno immaginavo…

Allora il valore ricavato è altissimo e qualsiasi sia la cifra spesa sarà proporzionata con l’investimento fatto.
Spero in questo breve articolo di aver risposto ad ogni dubbio, altrimenti non esitare a scrivermi a simone@simonevaccari.it, sarò lieto di rispondere alle tue domande.

Info e prenotazioni

Compila il form, oppure chiamaci al numero +39 059 2929631

    I campi contrassegnati da asterisco (*) sono obbligatori.

    SPECIFICARE IL TIPO DI VISITA *

    MESSAGGIO

    I campi contrassegnati da asterisco (*) sono obbligatori.

    Simone Vaccari

    Simone Vaccari

    Si diploma in Odontotecnica con il massimo dei voti nel 1994, poi presso l’Università Degli Studi di Modena e Reggio Emilia si Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria nel 1999 con la votazione di 110/110 e lode. Negli anni 2000 e 2001 frequenta diversi corsi di aggiornamento negli Stati Uniti e in particolare Los Angeles, California, dove ha la possibilità di appassionarsi e di apprendere le tecniche più moderne e innovative in tema di Estetica Dentale. Nel 2003 fonda a Modena lo Studio Vaccari dove esercita la libera professione dedicandosi prevalentemente alla protesi adesiva ed all'estetica dentale. Relatore a numerosi corsi e congressi in Italia e all’estero, è considerato un punto di riferimento internazionale sul tema delle faccette dentali in ceramica.

    Lascia un commento