Impianti dentali

Preparazione e competenza

Gli impianti dentali sono una soluzione innovativa che permette di creare un sorriso sano e attraente. Utilizzati per sostituire uno o più denti mancanti, gli impianti dentali, sono un’alternativa ai ponti convenzionali e alle protesi mobili. Una volta finalizzato, l’impianto è assolutamente indistinguibile dai denti naturali. Oltre che per l’estetica del sorriso, gli impianti dentali sono di aiuto anche per l’estetica del volto, possono infatti risolvere l’aspetto affossato che spesso si associa alla mancanza dei denti naturali.

Un impianto dentale è costituito da una vite in titanio biocompatibile sulla quale viene fissata una corona o un ponte in ceramica.
L’impianto dev’essere posizionato chirurgicamente nell’osso mascellare dove sostituisce di fatto la radice del dente naturale. In poche settimane avviene quel processo chiamato osteointegrazione durante il quale l’impianto attecchisce saldamente all’osso, ciò permette di poter resistere alle forze di masticazione esattamente come un dente sano.

 

Impianti dentali ed estetica

L’implantologia è considerata una risorsa molto importante nel mio studio, in quanto permette ai pazienti a cui mancano dei denti di poter ritrovare un bel sorriso armonioso e funzionale. Oltre al dente in sé, diamo tantissima importa nza ai tessuti molli che sono intorno all’impianto, questo rappresenta difatti il vero segreto per rendere l’impianto completamente invisibile.

 

Gli impianti dentali sono la giusta soluzione al mio problema?

Le indicazioni più comuni per la terapia implantare sono:

  • sostituzione di uno o più denti mancanti
  • sostituzione di una protesi rimovibile in protesi fissa
  • supporto di protesi totali o parziali rimovibili per ridurne la mobilità ed aumentare il confort
  • quando i denti residui in arcata sono pochi o comunque non più sufficienti per una protesi fissa

Il fattore limitante primario insito nell’implantologia è la quantità di osso disponibile a ricevere e sostenere l’impianto dentale. Nei casi in cui l’osso a disposizione non sia sufficiente oggi esistono possibilità ricostruttive che ci permettono di ricreare l’osso andato perduto. Altra valida alternativa sono gli impianti “corti”, abbiamo a disposizione impianti di 5mm di lunghezza che si adattano alle situazioni più limitanti.

Cosa succede al primo appuntamento?

Al primo appuntamento viene eseguita una diagnosi attenta del caso. Oltre alla panoramica tradizionale, viene eseguita una TAC ConeBean per avere le informazioni più dettagliate del sito implantare. Vengono anche eseguite delle impronte per programmare il lavoro protesico. Non va dimenticato che il nostro obiettivo non è quello di mettere “una vite nell’osso”, ma quello di avere un dente che sia funzionalmente e esteticamente uguale ad un dente naturale. Pertanto il progetto protesico deve cominciare dal primo appuntamento.

 

Cosa succede al secondo appuntamento?

Al secondo appuntamento viene posizionato l’impianto a livello dell’osso alveolare. L’intervento è molto semplice e poco invasivo. È assolutamente indolore sia durante la manovra chirurgica che nei giorni successivi. Il dolore e il gonfiore molto raramente (quasi mai) compaiono nei giorni seguenti, tanto che spesso non si richiede nemmeno l’uso di un antidolorifico. Una volta posizionato, l’impianto deve riposare per otto settimane. Nel caso in cui la zona trattata abbia una valenza estetica si possono applicare dei provvisori per ridurre il disagio della mancanza del dente.

 

Cosa succede negli appuntamenti successivi?

Una volta avvenuto il processo di osteointegrazione verranno prese le impronte di precisone e l’odontotecnico costruirà la protesi nel materiale deciso assieme al paziente. Solitamente il materiale d’elezione è la ceramica, perché consente una resa estetica di altissimo livello. Nei casi più semplici,  nell’appuntamento successivo viene fissato il definitivo in modo permanete; nei casi più complessi o dove si vuole ottenere il massimo della resa estetica, verranno effettuate al massimo un paio di prove prima della consegna del manufatto definitivo.

 

Quanto durerà l’impianto dentale?

Gli impianti dentali una volta posizionati devono rimanere per sempre. Purtroppo anche i denti permanenti, che dovrebbero rimanere in bocca per tutta la vita, possono andare in contro a malattie di origine batterica che ne compromettono la permanenza in bocca. Gli stessi batteri che colpiscono i denti possono colpire anche gli impianti pregiudicandone la durata nel tempo. Sicuramente una buona igiene orale domiciliare, associata ai controlli periodici dal dentista effettuati con regolarità, contribuiscono a rendere duraturo il lavoro eseguito.

Per fissare un appuntamento telefona al numero 0592929631 oppure invia a una mail a segreteria@simonevaccari.it