fbpx

IMPLANTOLOGIA: DURATA IMPIANTI DENTALI

Ci sono situazioni cliniche e fattori di rischio che possono minare la durata degli impianti dentali. Scopri cosa fare per garantire la lunga durata nel tempo dei tuoi impianti dentali

La capacità di garantire lunga durata agli impianti dentali è essenziale per il paziente, ma anche per il dentista. E questo non vale soltanto per per l’implantologia dentale, ma per tutto ciò che pertiene all’ambito medicina, salute e cura della persona.

Cosa sono gli impianti dentali

Gli impianti sono perni in titanio che vengono posizionati nell’osso al posto delle radici dei denti naturali. Su questa base, solida e stabile, vengono poi fissate delle corone che sostituiscono alla perfezione i denti mancanti. Il risultato che si ottiene è duplice: il ripristino della corretta funzione masticatoria e il miglioramento estetico del sorriso del paziente.

Come garantire una lunga durata agli impianti dentali?

La risposta è: focalizzandosi sul controllo dei fattori di rischio e prevenendo le complicanze che potrebbero insorgere in mancanza di un monitoraggio vigile e attento.

Principali fattori di rischio: placca batterica

Il principale fattore di rischio che può minare la durata delgi impianti dentali è rappresentato dalla placca batterica. Gli studi più recenti e accreditati indicano che in caso di placca in un sito implantare il rischio di perimplantiti è moltiplicato per 14,7 volte.

La perimplantite è un processo infiammatorio che colpisce i tessuti intorno all’impianto e che produce una perdita del tessuto osseo che sostiene lo  stesso. Ciò determina  delle infezioni degli impianti dentali.

Solitamente se un impianto è in salute la gengiva attorno ad esso non sanguina. Pertanto la presenza di sanguinamento rappresenta un significativo segnale di allarme che non va ignorato. E lo stesso vale qualora ci si trovi in presenta di gonfiore, arrossamento o pus.

Nella prevenzione delle complicanze il paziente svolge un ruolo determinante. Tocca a lui infatti, in sede domiciliare, dopo essere stato adeguatamente addestrato dal dentista che lo segue, eseguire le corrette manovre di pulizia atte a rimuovere la placca batterica che si deposita sia sulla struttura protesica, sia attorno all’impianto. Scopo di questa operazione è quello di prevenire dei danni dovuti dalla contaminazione da parte di microbi.

Possono anche verificarsi casi in cui la forma della protesi può rendere difficile l’esecuzione ottimale dell’igiene domiciliare. In situazioni di questo tipo è compito del dentista o dell’igienista indicare al paziente la tecnica e gli strumenti più adatti al suo specifico caso e le corrette manovre da eseguire per ottenere il risultato ottimale.

CONTATTI E PRENOTAZIONI

CONTATTACI

Principali fattori di rischio: fumo, parodontite e…

È accertato senza alcun dubbio che il fumo è un altro fattore di rischio per lo stato di salute degli impianti dentali. In numeri, questo significa che chi fuma  ha un rischio 4 volte maggiore rispetto ai non fumatori di sviluppare complicanze perimplantari.

Inoltre, il rischio di perimplantite è molto alto nei pazienti (40%) che hanno sofferto di parodontite. Questa percentuale sale al 70%  nel caso in cui questi soggetti siano anche fumatori.

Altri fattori che possono comprimere la durata nel tempo degli impianti dentali sono rappresentati: suscettibilità a malattie delle gengive (parodontiti), diabete, stress e da alcune forme di ipovitaminosi, ossia carenza di vitamine.

Conclusioni

Per garantire lunga vita agli impianti dentali serve un’efficace attività di prevenzione delle malattie perimplantari, che per essere tale deve coinvolgere in modo attivo non solo il dentista, ma anche il paziente.
L’igiene orale professionale e i periodici controlli clinici eseguiti in studio sono fondamentali, così come le corrette e attente manovre di pulizia e rimozione della placca batterica eseguite domiciliarmente dal paziente, il quale, però, se vuole raggiungere il risultato desiderato deve anche adottare uno stile di vita corretto.

In casi di dubbi o chiarimenti sul tema prevenzione delle malattie perimplantari, non esitare a scrivermi a questo indirizzo simone@simonevaccari.it Sarà per me un piacere darti le risposte che cerchi.

PER APPROFONDIRE

Implantologia

Parodontite e fumo: il fumo fa male alle gengive?

Implantologia dentale: impianti dentali a carico immediato

CONTATTI E PRENOTAZIONI

[]
1 Step 1
PrivacyHo letto le informazioni sulla privacy

*Campi obbligatori

keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right