fbpx

APPARECCHIO LINGUALE: DOMANDE FREQUENTI

Apparecchio linguale fisso interno

Le risposte alle domande più comuni sull’apparecchio invisibile

Cos’è l’apparecchio linguale?

 

L’ortodonzia linguale è una tecnica ortodontica in cui le piastrine vengono applicate sulla superficie linguale (interna) dei denti e non su quella esterna, come risulta necessario invece con la tecnica convenzionale.

Per questo motivo, l’apparecchio linguale, con o senza attacchi, è considerato l’unico trattamento veramente invisibile, capace di soddisfare i pazienti che vogliono allineare i propri denti senza l’utilizzo di uno strumento che risulti evidente dall’esterno.

Apparecchio linguale prima e dopo

Che vantaggi presenta rispetto a quello tradizionale?

L’apparecchio linguale presenta vantaggi sia estetici che medici rispetto ai classici apparecchi dentali esterni.

  • Smalto del dente: l’applicazione di attacchi sulla superficie esterna del dente, come avviene nei trattamenti di ortodonzia fissa tradizionale, richiede l’utilizzo di colle che potrebbero rovinare lo smalto creando fastidiose macchie bianche poco estetiche e aumentando il rischio di insorgenza di carie;
  • Segni di decalcificazione: applicare le piastrine sulla parte interna del dente, come avviene per l’apparecchio linguale, significa pertanto evitare il rischio di provocare white spot (segni di decalcificazione) sulla superficie vestibolare dello smalto che potrebbero compromettere l’estetica del sorriso.

 

A quale età posso utilizzarlo?

L’apparecchio linguale può essere applicato dal momento in cui sono presenti in bocca tutti i denti permanenti.

Il vantaggio rispetto ai trattamenti mobili, come gli allineatori dentali e le mascherine trasparenti, è che l’ortodonzia linguale, essendo fissa, non necessita di un grande impegno da parte del paziente e pertanto può essere adatto anche in fase adolescenziale, quindi anche a ragazzi intorno ai 12-16 anni.

Quanto dura il trattamento?

La durata del trattamento di ortodonzia linguale dipende da diversi fattori:

  • dalla diagnosi iniziale;
  • dalla complessità del caso;
  • da variabili individuali;
  • e dalla collaborazione del paziente a casa.

 

L’apparecchio linguale è doloroso?

I primi brackets (piastrine) linguali, creati negli anni ’80, irritavano la lingua dei pazienti, oggi invece, differenti aziende hanno creato negli anni piastrine più piccole e con forma arrotondata al fine di rendere il trattamento più confortevole per il paziente.

Dopo le prime settimane solitamente ci si abitua alla presenza dell’apparecchio ortodontico in bocca e risulterà quindi confortevole.

La presenza delle piastrine sulla superficie interna dei denti può favorire, nelle prime settimane, delle piccole irritazioni in bocca.

Tuttavia in sede di applicazione verranno fornite tutte le informazioni e i materiali necessari per gestire le possibili situazioni ritenute “incomode” e inizialmente fastidiose.

CONTATTACI

Ci sono rischi correlati al suo utilizzo?

Durante la prima visita e la raccolta della documentazione lo specialista valuterà lo stato generale, la salute parodontale e articolare del paziente.

Lo studio accurato del caso permetterà di capire se esistono controindicazioni al trattamento ortodontico che verranno eventualmente discusse con il paziente in maniera da orientarlo verso le scelte terapeutiche più ottimali.

 

Avrò difficoltà a parlare?

La presenza dell’apparecchio linguale può creare nelle prime 2-3 settimane qualche difficoltà fonatorie, come la pronuncia dei suoni “s” e “sc”, ma sono problematiche che regrediscono velocemente.

Gli attacchi di ultima generazione, presentando dimensioni molto contenute, favoriscono infatti un adattamento da parte del paziente pressoché immediato.

 

Quanto costa l’apparecchio linguale?

Il costo del trattamento dipende da diverse variabili e verrà discusso con il paziente dopo aver spiegato nei dettagli la diagnosi e il piano di trattamento.

Sarò in grado di pulire i denti?

La presenza dell’apparecchio interno richiede una pulizia più attenta rispetto a quella impiegata quotidianamente.

Verranno fornite dall’ortodontista e dall’igienista tutte le istruzioni per poter pulire in maniera agevole l’apparecchio ortodontico, assecondando ogni necessità e abitudine.

Ad ogni appuntamento verrà controllata l’igiene orale e quella dell’apparecchio interno, al fine di mantenere nel tempo denti e gengive in salute.

Il risultato sarà garantito negli anni?

Come per tutte le modalità di trattamento, la contenzione è obbligatoria anche dopo questo tipo di terapia per evitare che i denti dopo il trattamento tornino allo stato iniziale.

Dunque il grado di collaborazione del paziente risulterà fondamentale ai  fini della stabilità del trattamento a lungo termine, secondo le indicazioni che gli verranno fornite dall’ortodontista.

 

Da quali dentisti mi devo recare per un apparecchio invisibile?

E’ importante affidarsi solamente a specialisti in ortodonzia e a dottori qualificati.

L’ortodonzia linguale è una disciplina difficile che richiede studi specifici e approfonditi.

Apparecchio linguale invisibile
Apparecchio linguale funziona

Spero in questo breve articolo di aver risposto ad ogni dubbio, altrimenti non esitare a scrivermi a simone@simonevaccari.it, sarò lieto di rispondere alle tue domande.

CONTATTI E PRENOTAZIONI

[]
1 Step 1
PrivacyHo letto le informazioni sulla privacy

*Campi obbligatori

keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder
Simone Vaccari
Simone Vaccari
simone@simonevaccari.it

Si diploma in Odontotecnica con il massimo dei voti nel 1994, poi presso l’Università Degli Studi di Modena e Reggio Emilia si Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria nel 1999 con la votazione di 110/110 e lode. Negli anni 2000 e 2001 frequenta diversi corsi di aggiornamento negli Stati Uniti e in particolare Los Angeles, California, dove ha la possibilità di appassionarsi e di apprendere le tecniche più moderne e innovative in tema di Estetica Dentale. Nel 2003 fonda a Modena lo Studio Vaccari dove esercita la libera professione dedicandosi prevalentemente alla protesi adesiva ed all'estetica dentale. Relatore a numerosi corsi e congressi in Italia e all’estero, è considerato un punto di riferimento internazionale sul tema delle faccette dentali in ceramica.



WhatsApp chat