Faccette dentali prezzo

Faccette dentali prezzo?

Alcuni elementi concreti e note pratiche per districarsi tra mito e realtà, e comprendere la molteplicità di elementi he concorrono alla  definizione del prezzo delle faccette dentali. Ricordandoci però che  l’estetica dentale si colloca in un ambito, quello della cura delle persone, in cui ogni caso è unico e come tale va trattato.

Faccette dentali prezzo?
La domanda che in questo periodo mi viene posta  con maggiore frequenza sia dai nuovi pazienti che entrano in studio per una prima visita, sia dai pazienti che da lungo tempo si affidano al nostro studio,  è la stessa: “Qual è il prezzo delle faccette dentali?”.

E, nello specifico, mi sono accorto che la maggior parte di loro vuole sapere qual è il prezzo unitario di una faccetta dentale. Ritengo che questa massiccia focalizzazione sul prezzo di una “singola” faccetta dentale, nasca dal legittimo desiderio dei pazienti di potersi costruire in autonomia un previsionale di costo rispetto all’intervento, abbastanza preciso e attendibile. E in questo modo, poterne valutare a priori la sostenibilità economica.

Poiché però, questo modo di fare i conti è errato e genera tantissima confusione, ho deciso di scrivere questo articolo per spiegare perché il costo della progettazione e realizzazione di un sorriso non può essere computato facendo le tabelline.

Faccette dentali prezzo? Non siamo macchine. Non siamo tutti uguali. Ogni caso è unico, così come il costo dei trattamenti necessari per raggiungere l’obiettivo desiderato
Il lavoro di chi si dedica all’estetica in generale e, nel mio caso, all’estetica dentale, è quello di costruire assieme al paziente un percorso che porti alla soddisfazione totale rispetto al risultato ottenuto.

Questo processo spesso necessita di più terapie unite tra loro. Ed è proprio su come gestire e come unire più trattamenti che si dimostra l’esperienza e l’estro del dentista cosmetico.

Farò alcuni esempi pratici per spiegarmi meglio.

Primi passi
Per ottenere un fantastico sorriso, a volte, posso trovarmi a dovere iniziare il percorso con un trattamento di ortodonzia invisibile (detta anche linguale) per correggere la posizione imperfetta di alcuni denti, in quanto non farlo comprometterebbe sicuramente il risultato finale.

L’ortodonzia invisibile è anche indispensabile nei casi in cui il paziente non vuole limare i propri denti, ovvero intende arrivare all’applicazione delle  faccette dentali in modalità no-prep, cioè senza preparazione dentale.

In questa situazione, il trattamento ortodontico invisibile non è una necessità terapeutica, ma un’esigenza espressa dal paziente.

Fattori cromatici
A questo punto, finito il trattamento ortodontico invisibile (detto anche “linguale”) potrei proporre al mio paziente di sbiancare i denti. Questo trattamento, detto sbiancamento dentale, infatti, mi da la possibilità di cambiare il colore dei denti originali rendendoli più bianchi. Quale vantaggio si ottiene? Quello di poter lavorare con spessori di ceramica più sottili, perché il colore sottostante è già di altissima qualità.

Nei casi invece in cui si debba trattare solo un’arcata, ad esempio quella superiore, lo sbancamento dentale dell’arcata inferiore diventa obbligatorio per poter ottenere la stessa tonalità a lavoro finito.

Fattori numerici
Bene, ora siamo pronti, possiamo finalmente applicare le nostre faccette  dentali… ma quante ne mettiamo? Ne facciamo quattro? Ne facciamo dieci? E perché non venti? Quindi, a cosa serve sapere il prezzo unitario di una singola faccetta dentale, se poi non abbiamo il “moltiplicatore”, cioè il numero di denti coinvolti?

Faccette dentali prezzo? Fattori preliminari
Si potrebbe pensare che un paziente possa scegliere il numero di faccette dentali da fare in base al budget che ha a disposizione. Ma non è così.
Il numero di faccette minimo indispensabile è dettato infatti da molteplici fattori, tra i quali: l’esplosione labiale al sorriso, la forma del viso, la forma e l’andamento delle labbra. Fino a toccare ambiti d’attenzione impensabili per molti pazienti come il colore degli occhi, la forma del naso e il carattere della persona.

Faccette dentali prezzo? Errori di calcolo
Torniamo per un attimo al tema del prezzo unitario di una singola faccetta dentale. Supponiamo, per facilitare i conti, che una faccetta dentale costi 1.000, euro. Viene da pensare che se ne faccio una spenderò 1.000 euro e se ne faccio quattro ne spenderò 4.000. Ma anche questo un grosso errore!  Vi spiego perché.

La faccetta dentale singola è in assoluto il restauro più complicato da eseguire. Il paziente più sfortunato in questo senso è quello che rompe un incisivo centrale, si trova quindi con quello a destra integro e quello a sinistra fratturato. Questo tipo di ricostruzione è la più complessa e delicata in assoluto, perché dobbiamo imitare perfettamente la natura. Questo richiede un odontotecnico bravissimo e molto preparato, che, di conseguenza, avrà tariffe alte. Sarà necessario fissare uno o più appuntamenti dove il paziente dovrà stare assieme al tecnico, il quale andrà a finire la faccetta direttamente nella bocca del paziente per cercare di copiare la natura nel modo più preciso possibile.

In questi casi, inoltre, siamo costretti a fare più prove e più faccette per essere certi di trovare la soluzione migliore. Tutto questo si traduce in un aumento dei costi e quindi la nostra faccetta dentale singola non costerà più 1.000 euro, ma 2000.

Consideriamo ora il caso contrario, quello di un paziente che abbisogna di venti faccette. Ed ecco che molti potrebbero pensare: “Il calcolo è facile! Il prezzo finale dell’intervento sarà di 20.000 euro”. Ma anche anche in questa volta i conti non tornano a causa di un grosso errore di fondo. Vi dico  perché.

I casi così “importanti”, quelli cioè che coinvolgono così tanti denti, sono molto complicati e molto stressanti per il dentista. La cura, il tempo di esecuzione, di progettazione e di cementazione aumenta tantissimo e determina  un incremento del 20-30% sul prezzo di ogni faccetta dentale.

Oltre a quanto descritto sopra le considerazioni sono molte altre, lo scopo però non è quello di annoiare, ma di creare spunti di riflessione, perché la semplificazioni è utile, ma non la banalizzazione.

Adesso vi sarà molto più chiaro che la definizione del costo relativo ad un trattamento cosmetico è molto più complicato di quanto si possa pensare e  che il prezzo di una faccetta non può essere calcolato in modo aritmetico.

CONTATTI E PRENOTAZIONI

[]
1 Step 1
PrivacyHo letto le informazioni sulla privacy

Compilazione è obbligatoria per i campi contrassegnati con *

keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right