Lo scopo dell’odontoiatria conservatrice è il ripristino della funzione e dell’estetica di un elemento dentale danneggiato da carie o traumi.

L’odontoiatria conservativa (restaurativa) deve essere accompagnata da attente misure di profilassi altrimenti non risolve che temporaneamente i proplemi del paziente, infatti le lesioni cariose  torneranno a manifestarsi.

Oggi, abbandonate le tecniche di restauro con oro e amalgama d’argento, si effettuano ricostruzioni con materiali compositi completamente atossici ed estetici, utilizzando sia tecniche dirette che indirette (faccette e intarsi).